fbpx

Lanciare un business sul web, step 5: i canali per avere successo online

Lanciare un business sul web, step 5: i canali per avere successo online

Spread the love

Siamo all’ultimo appuntamento di questa mini guida completa che ha l’obbiettivo di mettervi a conoscenza della metodologia adeguata per lanciare un business sul web, e oggi concluderemo illustrandovi le strade per avere successo online.

Sull’articolo 1 (Come non sprecare i giorni di isolamento a casa lanciando una nuova attività online) abbiamo fatto il punto su questi concetti:

  • come definire un obiettivo e perché è importante;
  • come scegliere la nicchia di mercato;
  • come individuare il proprio target;
  • definire la propria brand image.

Sull’articolo 2 (Lanciare un business online, step 2: studiare i competitor e definire un messaggio) invece:

  • come studiare i competitor;
  • come studiare il target di riferimento;
  • l’importanza della mission e della vision aziendale.

Sull’articolo 3 (Lanciare un business online, step 3: creare un magnete e sfruttare l’infomarketing):

  • perché creare un magnete;
  • che tipo di magnete creare;
  • perché è intelligente sfruttare l’infomarketing.

Sullo scorso articolo (Lanciare un business online, step 4: andare online con una Landing Page) infine:

  • come andare online e cos’è una landing page;
  • come dev’essere una landing page efficace;
  • cosa sono le campagne di email marketing e come ci fanno iniziare il processo di funnel.

Oggi vedremo invece come fare crescere il nostro progetto e com’è possibile sfruttare tutti i canali che abbiamo a disposizione: infatti non dobbiamo utilizzare soltanto le email, ma anche i social (pagine Facebook, Instagram con post e stories, sponsorizzazioni, ecc.), il blog, strumento importantissimo e molto potente, e Google, con il posizionamento organico o con le ADV. Ma procediamo con ordine.

Avere successo online grazie ai social

Non c’è oggi azienda che non sia su Facebook; questo sostanzialmente perché tutti hanno ormai ben chiare le potenzialità dei social. D’altronde ben 2 miliardi di persone, su scala mondiale, possiedono un account su Facebook. Ma attenzione: sebbene Facebook sia il social sovrano, ci sono altri social da non sottovalutare e, anzi, a seconda del target, ancora più efficaci.

Basta citare Instagram, Youtube, Pinterest, Twitter, ma anche LinkedIn o il recentissimo e sempre più popolare TikTok. E qui si ritorna alle personas citate qualche articolo fa: quanti anni ha il tuo target di riferimento? Che gusti? Che abitudini? Che livello culturale? Scegli su cosa investire di più e buttati. Ma attenzione: i social non vanno presi come capita, il rischio è un errore di comunicazione che può rivelarsi fatale per la tua azienda. Quindi hai due strade: studiare e imparare a fare bene, o affidarti inizialmente a un professionista, che saprà studiare la strategia adatta e rintracciare la tua utenza sui social giusti, con il tone of voice appropriato e con argomentazioni vincenti.

Se invece vuoi fare da te ti consigliamo la lettura di questi articoli: “18 strumenti per creare e ottimizzare i post della tua pagina Facebook” e “Come fare pubblicità su Facebook: analisi e pianificazione strategia” per quanto riguarda Facebook e “Guadagnare con Instagram: la guida definitiva per il tuo business” per Instagram. Dai anche un’occhiata ai corsi disponibili sul nostro marketplace.

Avere successo online grazie a un blog

Il blog è il vero motore di ogni sito: non c’è sito vetrina che possa reggere il confronto con un sito che ha anche un blog. E non solo perché ti permette di chiacchierare con il tuo pubblico, offrendo informazioni utili e comunicando i tuoi valori ma anche, e soprattutto, perché Google posiziona meglio i siti che vengono aggiornati spesso, i siti che rispondono in maniera adeguata alle domande che la gente rivolge allo stesso motore di ricerca.

Volendo fare un esempio pratico, immaginiamo che tu abbia un sito vetrina (ovvero un sito statico, con circa 5 pagine) che pubblicizza la tua attività di avvocato divorzista. Immaginiamo invece che il tuo competitor abbia un sito con un blog. E infine immaginiamo un uomo di 50 anni che, mentre sta progettando il suo divorzio, cerca su Google “come comunicare ai figli del divorzio”. Guarda caso il tuo competitor ha scritto un articolo proprio su quell’argomento. Quale sito credi che Google posizionerà per primo, tra i risultati del nostro amico che si accinge a divorziare?

Anche con il blog non bisogna lasciarsi andare all’improvvisazione, soprattutto se con la scrittura non sei tanto ferrato. Ci sono molti professionisti pronti a popolare il tuo blog di articoli “evergreen” e di reale utilità per il tuo pubblico. Se comunque vuoi provare, se hai il tempo e se ne sai qualcosa di blogging, allora puoi dare un’occhiata a ciò che scrivono i tuoi concorrenti e provare a dar vita al tuo blog. Ma attenzione, mai copiare contenuti altrui! Oltre che essere non etico, è anche illegale, e tra l’altro non gradito a Google che penalizzerà il tuo sito cancellandolo dai risultati di ricerca.

Avere successo online grazie alle sponsorizzazioni (Google e/o social)

Non potremmo non parlare delle sponsorizzazioni, ovvero tutti quegli annunci che ormai avrai avuto modo di trovare dappertutto: mentre scorri la home di Facebook, mentre guardi un video su Youtube, tra i risultati di Google, e potremmo continuare. Le sponsorizzazioni permettono di comprare traffico (ad esempio con Google AdWords) o di far arrivare il nostro post social a una più o meno vasta e categorizzata fetta di utenti.

Con Google AdWords, al di là del blog, possiamo fare in modo, pagando, di apparire tra i primi risultati di ricerca in base alle parole chiave che acquistiamo; se ad esempio facciamo un’inserzione per la parola chiave “Avvocato divorzista Roma”, avremo probabilità di apparire sulla prima pagina dei risultati di ricerca.

Il professionista che si occupa di queste campagne è l’esperto ADV, mentre per le campagne social, generalmente, anche un bravo social media manager ha le competenze necessarie.

Conclusioni

A grandi linee adesso conosci i principali strumenti per mettere il turbo al tuo business: come vedi c’è una risposta a tutto. E non spaventarti dalle tante cose da fare, poiché ogni cosa verrà da sé e al momento giusto. Per cominciare in pochi click a costruire il tuo business sul web ti consigliamo la piattaforma di Business in Cloud! Con i primi guadagni potrai investire su ciò che ti farà crescere sempre di più, e adesso sai su cosa puntare.

Buona fortuna!

 

da | Apr 7, 2020

Porta online la tua attività

Business in Cloud è la prima piattaforma italiana che ti aiuta a digitalizzare la tua professione in modo semplice e a gestirla in completa autonomia senza nessuna conoscenza tecnica.

Leggi anche